2021: Il ritiro dei campioni. Dopo Scola, tocca a Pau Gasol

Era già nell’aria, ma da ieri è diventato ufficiale, Pau Gasol ha deciso di appendere le scarpe al chiodo. Il giocatore spagnolo, per la precisione catalano, campione di due anelli in NBA con la canotta dei Los Angeles Lakers saluta la pallacanestro giocata all’età di 41 anni, dei quali 22 sui parquet di tutto il mondo. “Cara pallacanestro, grazie di tutto”, questo il pensiero dello stesso Pau. Un messaggio semplice, ma allo stesso tempo forte che ti fa capire che tipo di rapporto si è creato tra Gasol ed il basket.

Una carriera strepitosa. 10 medaglie con la Nazionale: 1 oro mondiale, 2 argenti e 1 bronzo olimpico, 3 ori europei, 2 argenti europei e 1 bronzo europeo. 2 titoli NBA (2009 e 2010 con i Lakers). In Spagna, dove ha giocato tra i 18 e i 20 anni: 2 campionati spagnoli (1 volta MVP della finale), 1 coppa del Re (MVP della finale). E poi ancora: 1 titolo di MVP ai mondiali, 2 titoli di MVP agli europei, 1 titolo di rookie dell'anno in NBA, 6 convocazioni all'All Star Game, 2 titoli di giocatore europeo dell'anno, 18 stagioni NBA, 1226 partite in NBA a 17 punti e 9.2 rimbalzi di media, 206 parte in nazionale (175 vinte - 85%) a 18 punti e 10 rimbalzi. 

Il secondo nome di sua figlia è Gianna, come la figlia di Kobe scomparsa assieme al papà. E' stato il suo migliore amico nel basket e dal momento della tragedia ha trascorso lunghi periodi a casa Bryant per dare sostegno morale a Vanessa e alle altre figlie.

leggi anche: Pau is back. I Gasol continano a dominare

Ovviamente non sono mancante le reazioni in Europa e oltreoceano: “Uno dei giocatori di maggior successo della sua generazione. Grazie per essere stato uno dei migliori ambasciatori della nostra lega”. Così il commissioner NBA Adam Silver.

Prima di parlare della sua avventura in NBA, facciamo un piccolo passo verso il passato e la prima avventura con la canotta del Barcellona. Fin da ragazzino ha dimostrato di essere in grado di poter competere a determinati livelli; Ed ecco che nel 2001 è arrivata la chiamata per la NBA. Memphis, Lakers, Chicago, San Antonio, Milwaukee, Portland le squadre nelle quali ha militato. Lo scorso anno ha deciso di accettare una nuova sfida, quella di ritornare a vestire la maglia blaugrana ed ha dimostrato di essere ancora un giocatore con con un QI elevatissimo, adattandosi ad un sistema di gioco complesso com quello di coach Jasikevicius.

Il ritiro di Pau Gasol è solo quello di una lunga serie nel 2021, da Vassilis Spanoulis (sette campionati e quattro coppe di Grecia, 3 Euroleghe vinte, un oro, un argento e un bronzo con la Nazionale tra Europei e mondiali, ndr), a Reyes, poi Bobby Dixon, visto anche a Treviso e Brindisi e campione d'Europa con il Fenerbahce, E ancora Boroussis e soprattutto Luis Scola, con la Nazionale oro ad Atene 2004 e bronzo alle Olimpiadi del 2008, ma anche un campionato spagnolo vinto con il Baskonia e altre coppe e onoreficenze varie. Non ci resta che ringraziarli per le emozioni che ci hanno trasmesso in questi anni e per le giocate che sono valse ili prezzo del biglietto.

leggi anche: Scola e la sua "nuova " Varese. Progetto quinquiennale

Lorenzo Lubrano

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.