Messina batte Trinchieri, undicesima F4 in carriera

175908984_5349802648426317_5078628379238444716_nIl tempo dell’attesa è volto ufficialmente al termine e dopo cinque partite avvincenti Milano vince 3-2 e stacca il biglietto per la Final Four di Colonia dopo 29 anni di assenza. Affronterà il Barcellona, grande favorita alla vittoria finale, ma che ha sudato tantissimo a battere lo Zenit, anch'essa a gara 5. Dall'altra parte del tabellone sarà Cska Mosca contro Efes Istanbul. Per Ettore Messina è l'undicesima volta in una Final Four di Eurolega. Tre volte con la Virtus Bologna (1998, 1999, 2002), una con il Benetton Treviso (2003), sei volte con il Cska (2006, 2007, 2008, 2009, 2013, 2014) e adesso con Milano. Applausi per l'allenatore originario di Catania. 

Olimpia vs Bayern è stato anche un vero e proprio “duello” tra i due coach: Ettore Messina da un parte ed Andrea Trinchieri dall’altra, in una serie che si prospetta essere senza esclusioni di colpi. In stagione regolare, la compagine meneghina aveva vinto sia all’Audi Dome Arena che al Mediolanum Forum. Nella gara d’andata, i milanesi vinsero in volata dopo un tempo supplementare (78-81) grazie alla tripla decisiva realizzata a 9’’ dal termine di Shavon Shields, mentre in quella di ritorno non ci fu partita (75-51) con coach Messina, che nel post gara lo definì un vero e proprio ko tecnico in quella celebre conferenza stampa che tutti ricordano per il famoso "save f….. flight".

Dopo il rientro di Delaney, Messina ha recuperato anche Hines Uno dei protagonisti di gara cinque oltre a Shileds, 34 punti e 41 di valutazione) e Datome. A disposizione dell'allenatore catanese anche Roll. I bavaresi dovranno rinunciare a capitan Dedovic, con l’incertezza di Gist per un problema al collo, ma che ha stretto in denti.

leggi anche: Eurolega, girone di andata. Chi ha brillato, chi ha deluso

COME ARRIVANO LE DUE SQUADRE - L’Olimpia arrivava a questo importantissimo appuntamento con fiducia, reduce dai due successi consecutivi ottenuti nel campionato di Serie A rispettivamente contro Sassari e la Virtus Bologna. I tedeschi si presentano nel capoluogo milanese dopo la netta vittoria conquistata in BBL sul parquet di Bonn ottenuta una settimana, mentre non sono scesi in campo nel weekend a causa del rinvio della coppa di Germania a causa di alcuni casi di positività al Covid-19 all’interno del gruppo squadra di Goettingen.

Oltre a Rodriguez, Delaney, Datome ed Hines, sono state molto importanti le prestazioni di Punter, Shields, LeDay e la fisicità di Evans (che nell'ultima partita non ha però trovato spazio). L’ex guardia di Virtus Bologna, Olympiacos e Stella Rossa ha dimostrato di essere un pericolo costante per le difese avversarie, così come Shields (autore di 35 punti nella gara vinta sabato contro la Virtus Bologna), che è un fattore in entrambe le zone del campo. Tra i segreti dell’Olimpia Milano c’è da anche da non sottovalutare LeDay, l’ex lungo dello Zalgiris Kaunas che ha saputo conquistare i cuori dei tifosi milanesi con estrema semplicità grazie alle sue prestazioni convincenti. Un’altra importante chiave sarà la lotta sotto le plance tra Evans e Reynolds.

In casa Bayern Monaco i giocatori più pericolosi sono stati Baldwin IV, Lucic e Zipzer, ma la vera forza dei bavaresi non la si trova tanto nei singoli, bensì nel collettivo. L’arma vincente di questo gruppo è stata la solida difesa ed anche nella serie contro Milano tutto partirà proprio da lì.

I DUE ALLENATORI A CONFRONTO - Ci si appresta a vivere una serie davvero molto intrigante tra due squadre che hanno chiuso la loro stagione regolare con lo stesso record, 21 vittorie e 13 sconfitte. Se per Ettore Messina disputare i playoff di Eurolega non è una novità, per Andrea Trinchieri lo è eccome. Sono due allenatori dotati di forte personalità, in grado di far performare al meglio le rispettive squadre. I dettagli faranno la differenza. Messina può vincere la serie attraverso l'esperienza di chi sa come si giocano e soprattutto come si vincono determinate partite. Invece, Trinchieri può fare un bello scherzetto all'Olimpia Milano con la consapevolezza che la sua squadra non ha nulla da perdere e che tutto può succedere. Non ci resta che metterci comodi e goderci lo spettacolo perchè in questa serie siamo certi che le emozioni non mancheranno, con la consapevolezza che ci sarà un allenatore italiano alle F4 di Eurolega.

LA SFIDA DEGLI EX  - Tra le fila dell’AX come ex di giornata c’è Malcolm Delaney, che ha vestito la canotta dei bavaresi nella stagione 2013-14 debuttando nella massima competizione europea. Invece, in casa Bayern Monaco, troviamo Leon Radosevic. Il centro tedesco ha trascorso due stagioni con la maglia dell’Olimpia Milano (11-12/12-13). I due club si sono affrontate in otto occasioni con l’Olimpia Milano avanti nei confronti 5-3. Ora con il 3-2 dei quarti, Milano va sull'8-5, ma soprattutto vola a Colonia, dove si giocherà il titolo continentale.

 leggi anche la lavagnetta tattica preparata da Eurodevotion

Lorenzo Lubrano

foto: credits pagina FB Olimpia Milano

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.