banner sito COL 950x350

x

Golden State, Oracle Arena sold out da dicembre 2012

oracle-arenaI Golden State Warriors macinano record su record. Personali dei singoli giocatori, di squadra e ora anche alla Oracle Arena. La scorsa notte, in occasione della partita vnta contro Atlanta, hanno registrato il 300esimo "tutto esaurito" consecutivo. 19.596 spettatori in ogni partita di regular season e playoff dal 18 dicembre 2012 ad oggi. Qualcuno sulla pagina de La Giornata Tipo si è divertito a fare qualche calcolo: si tratta di un totale di 5.878.800 spettatori. Immaginando una media di 100 dollari a biglietto, farebbe 587.880.000 di incassi. Ammettendo un 20-25 per cento tra omaggi, sconti da abbonamenti, accrediti siamo a una cifra vicina ai 440 milioni di dollari. E ci sono 44 mila persone in lista di attesa per un biglietto: è come se la metà degli abitanti di una città come Brindisi fosse in fila per un biglietto.

Ora la franchigia ha ideato anche il “In The Building Pass” che al costo di 100 dollari permette di entrare nell’arena ma di non vedere la partita per un mese. Il pass non include un posto a sedere e non dà accesso al campo da gioco, neanche da lontano. Chi compra il biglietto potrà entrare nell’arena e vedere la partita dagli schermi dei tanti bar o ristoranti presenti nel palazzo. I tifosi potranno ricevere uno dei gadget riservati ai primi 10 mila che entrano nel palazzo e potranno comprare fino a 4 biglietti “In the Building” , nominativi e non sono trasferibili. Gli Warriors hanno intenzione di vendere circa 200 pass al mese a partire da novembre. Pass che possono rinnovarsi automaticamente sino ad aprile. L’offerta non sarà valida per la postseason.

LA NUOVA ARENA, RICAVI PER 500 MLN DI DOLLARI - A partire dalla stagione 2019\20, intanto, i Warriors si trasferiranno al nuovo Chase Center di San Francisco, dalla parte opposta della baia che separa Oakland e la città gemella. Il Chase Center sarà di proprietà esclusiva dei Golden State Warriors, titolari di un investimento di circa un miliardo di dollari. Le stime dei ricavi su vendita di biglietti "Golden Satteer" eventi NBA ed extra-cestistici, contratti di sponsorizzazione diretta e su attività commerciali legate al nuovo complesso si aggirano attorno ai 500 milioni di dollari annui.

Tuttavia, la proprietà Warriors dovrà adempire agli obblighi sottoscritti nel 1996 circa la manutenzione del vecchio palazzo dello sport. Obblighi annuali, assunti in coabitazione con l’agenzia governativa gestore della Oracle Arena, e che si protrarranno sino al 2027. Gli Warriors hanno preteso la cessazione di ogni pendenza col trasferimento presso il nuovo impianto, a partire dal 2019. Il giudice Westerfield ha ordinato ai campioni Nba di adempiere agli obblighi sottoscritti, dichiarando non ammissibile il traferimento della franchigia come causa per la sospensione dei pagamenti. Gli Warriors continueranno pertanto a sostenere uno sforzo economico pari a 7.5 milioni di dollari per i prossimi 8 anni, in opere di manuntenzione della Oracle Arena. I rappresentanti legali della squadra assicurano che la proprietà intende provvedere agli obblighi, ma che al tempo stesso valuterà ulteriori azioni legali

Marino Petrelli


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.