banner sito COL 950x350

x

Brescia brusco stop a Pistoia. Marco Ceron in ripresa

Brescia vs Pesaro

La Germani Brescia era tornata al successo contro Torino, ma la trasferta a Pistoia l'ha riportata nel torpore. La sconftta 73-70 arriva al termine di una partita poco brillante. Il secondo successo di fila tra Eurocup e campionato aveva riportato un po' di serenità nell’ambiente bresciano in una serata di grande apprensione per l'infortunio capitato a Marco Ceron. Durante il secondo quarto, Ceron è scivolato sul parquet nel corso di un'azione di gioco a rimbalzo con Jaiteh. Il giocatore, che per qualche istante è rimasto privo di sensi, prontamente soccorso è stato trasportato all’ospedale Civile di Brescia per un trauma cranico all'osso temporale sinistro con ematoma satellite. Sottoposto ad intervento di ricostruzione cranica ed evacuazione dell'ematoma da parte dell'equipe neurochirurgica costituita dal prof. Marco Fontanella, il controllo Tac successivo ha dimostrato il buon esito dell'intervento e il giocatore è stato dimesso dopo qualche giorno. 

Tornato a casa, l'ex giocatore di Pesaro ha detto le sue prime parole. “Non ricordo nulla di quei momenti, ma so che è andata bene e se penso che tra non molto potrò anche riprendere in mano una palla, sono felicissimo. Devo ancora metabolizzare bene il fatto che starò fermo per un po’. I dolori alla testa diminuiscono giorno dopo giorno. Tra un paio di settimane ricomincerò a trattare la palla, ma senza contatto fisico. In campo, dovrete aspettarmi ancora un po’prima di rivedermi”.

Contro la Fiat, la Leonessa aveva disputato una partita fatta di grande difesa e tanto gioco di squadra, come piace al suo allenatore Andrea Diana. Balza all’occhio rileggendo il referto che tutti gli effettivi che sono scesi sul parquet del Palaleonessa hanno portato il loro contributo e sono andati a canestro. Solo due uomini in doppia cifra, Hamilton 13 con 13 punti e Mika con 11, ma tanti giocatori a quota 9 e se bisogna fare un nome su tutti doveroso citare il capitano, David Moss che ha fatto 8 punti in 18 minuti con 4 assist.

TORINO IN PARTITA MA MANCA CONTINUITA' - La Fiat Torino di Larry Brown è una squadra in continua evoluzione. L'avvio di stagione, per molteplici motivi, vuoi la sostituzione e gli infortuni dei giocatori americani, vuoi per l'assenza per la malattia del coach stesso è stato veramente difficile. Il team piemontese ha bisogno di trovare continuità per assimilare a pieno regime il gioco che il coach americano ha pensato per la sua formazione. L'innesto di Dallas Moore, 15 punti, e Marco Portannese, 12 punti, sono sicuramente importanti, un ritrovato Carlos Delfino, per lui 10 punti e 10 rimbalzi, e un ottimo Tony Carr da 15 punti hanno permesso alla Fiat di restare in scia della Germani per tutto l'incontro, ma le numerose palle perse (16) e la pessima prestazione del secondo periodo hanno consentito ai padroni di casa lo strappo del +18 dal quale è stato molto dura riprendersi.

A Pistoia invece tanti alti e bassi. Un avvio "lento", un ritorno in partita pur senza dare mai l'impressione di allungare. Pistoia non molla, Dom Johnson e Auda sono spine nel fianco, Hamilton avrebbe anche la tripla del pareggio, ma per la Leonessa non è prorpio giornata. Cunningham, appena arrivato a Brescia, da rivedere, per lui due belle schiacciate e poco altro. Ora la parentesi in Eurocup alla ricerca di una qualificazione ancora possibile, poi spazio e testa al campionato. Con le vittorie di Torino e la stessa Pistoia la classifica si fa corta.

Klaus Krug /Red

ph: https://www.flickr.com/photos/basketbrescialeonessa/sets/72157697325278570

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.