Sassari supera Bologna. Sardara: "Tifosi da mvp"

Tavernari vs TorinoLa Dinamo Banco di Sardegna Sassari, dopo aver battuto Torino in casa 92 a 80, concede il bis contro Bologna grazie a una prova di cuore e intensità. In un match dominato dalle V nere a partire dalla prima frazione, la chiave di volta si ha nella terza frazione: dopo aver toccato il -16 e essere andati a riposo con la magia di Hatcher da oltre metà campo, i giganti rientrano in campo con il fuoco negli occhi. Quando coach Pasquini è costretto ad abbandonare la panchina per il secondo tecnico sanzionato, la squadra fa quadrato e risponde con energia e cattiveria.

I biancoblu mettono a segno la rimonta condotti da Scott Bamforth (16 punti), Will Hatcher (17), Shawn Jones (7 puntti e 11 rimbalzi), Darko Planinic (10) e Achille Polonara. Il break di Jonathan Tavernari, già grande protagonista contro Torino, scrive il sorpasso e fa esplodere il Pala Serradimigni. Il Banco non sbaglia l'approccio negli ultimi 100'' secondi e gestisce con intelligenza il vantaggio. Prima della sosta per Final Eight e finestra dei Fiba Qualifiers i sassaresi mettono in cassaforte una vittoria (82-74) di cuore e attributi, di reazione alle difficoltà che vale tanto in termini di entusiasmo ed energie.

Il presidente biancoblu Stefano Sardara sottolinea a fine partita: "Il vero Mvp della sfida è stato il pubblico del PalaSerradimigni che ha risposto compatto e che ha sostenuto con energia la squadra nel momento di maggiore difficoltà, chiedendo a gran voce il rispetto che un campo corretto come il nostro merita".

DIMENTICATI I FISCHI A PASQUINI - Appena quindici giorni fa, invece, a tenere banco erano stati i fischi di una buona parte del pubblico del PalaSerradimigni durante la presentazione di coach Federico Pasquini. Che il coach non fosse tanto apprezzato già si sapeva, ma mai nessuno avrebbe immaginato una manifestazione così prima della palla a due. L'allenatore non si presenta in sala stampa, al suo posto arriva il presidente Stefano Sardara che, dissente sui fischi a Pasquini e riferisce di "non sentirsi più il presidente della Dinamo".

In pochi minuti le parole della sala stampa fanno il giro del web ed i tifosi della dinamo si scatenano in una girandola di commenti sui social. Mai nella storia della Dinamo i tifosi sono stati divisi in questo modo. C’è chi difende a spada tratta il presidente e chi lo critica per non essere in grado di accettare il parere dei tifosi. ‘’Che vergogna, potrebbero rimanere a casa loro invece che venire e rovinare  l’ambiente del palazzetto’’ scrive un tifoso su Facebook. "I fischi sono il peggior modo di dissentire, figuriamoci prima di una partita’’, risponde Annalisa Pistidda Altea altra tifosa storica della Dinamo. Sicuramente se ne parlerà ancora a lungo.

E i giocatori cosa ne pensano? Federico Pasquini tentò di dare le dimissioni ma la società di via Pietro Nenni ed i giocatori si schierarono a suo favore e lui rimase sulla panchina. Scott Bamforth inizia la giornata con un foto su Instagram nella quale dice ‘’We stand together, so we will fail together or we will succeed together’’ esprimendo chiaramente il suo appoggio alla panchina sassarese. E' la risposta migliore che società e tecnico potessero avere, tornare subito in palestra e giocare in Champions league servirà come antidoto per andare oltre i fischi. 

Paola Pittalis (www.streambasket.com)

ph: ufficio stampa Dinamo Sassari

leggi anche: Coppa Italia, Sassari fuori. Promosse Cremona e Cantù

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.