La rivoluzione europea: la BCL nasceva cinque anni fa

UnknownCinque anni fa la Champions League nasceva un pò in sordina, ora diventa una coppa europea di alta partecipazione, anche ricercata dalle squadre di livello. Alcune hanno rinunciato all'Eurocup per accettare la competizione Fiba. Era l'estate del 2016 quando Stefano Rossi Rinaldi, attuale addetto stampa della Happy Casa Brindisi, scrisse questo pezzo di presentazione. Resta ancora il secondo articolo più letto in assoluto sul nostro sito internet e lo riproponiamo sempre con piacere, a maggior ragione chew oggi si è compiuto il sorteggio della stagione 2021/22

leggi qui la composizione del girone della Happy Casa

 - La sfida tra FIBA e ULEB continua ma ormai non ci sono più dubbi. Dal prossimo anno la FIBA tornerà ad avere una coppa europea, dopo che per 15 anni aveva lasciato la scena all'Euroleague, lega privata che esercitava il predominio sulla scena delle manifestazioni per club. Il board FIBA ha deciso di rientrare prepotentemente in gioco, parlando con le Federazioni e assicurandosi il benestare, tra cui quello italiano con il presidente Fip Petrucci in primis. Queste le sue parole a tal proposito: "Saranno presenti tutte le società italiane che partecipano alle coppe europee con l'eccezione scontata dell'EA7 Armani Olimpia Milano che ha già da tempo firmato un accordo con l'Eurolega per la prossima stagione".

La "Basketball Champions league" partirà il 27 settembre con il primo turno di qualificazione, per poi bissare un altro qualyfing round dal 4 ottobre. Successivamente si entrerà nel vivo dal 20 ottobre con la regular season, cui prenderanno al via 32 squadre. I team saranno divisi in 4 gironi da 8 squadre, al termine del quale le prime 4 di ogni gruppo saranno ammesse agli ottavi di finale. Altra sorte invece per le quinte e seste, che verranno riammesse in FIBA Cup. La Final Four infine dovrebbe essere dal 28 al 30 aprile 2017, con la sede ancora da definire.

Per l'Italia due squadre saranno ammesse direttamente alla regular season, verosimilmente le finaliste scudetto (esclusa Milano che parteciperà appunto all'Euroleague). Mentre un altro team nostrano avrà la possibilità di accedere al tabellone principale attraverso il turno di qualificazione. Nei due turni dei tornei qualificazioni, otterrano il pass 8 squadre tra le 30 federazioni europee invitate, che andranno a completare così il quadro della manifestazione. 

Si attende l'ultima disperata mossa dell'Euroleague. Il tormentone non è ancora concluso...

LE ORIGINI DELLO SCONTRO - Lo scontro ebbe inizio quindici anni or sono, quando si arrivò alla rottura completa che causò la contemporanea presenze di due massime competizioni europee distinte: l'ULEB Euroleague e la FIBA Suproleague, con la singolare conseguenza di avere due squadre campioni d'Europa. Successivamente l'Eurolega prese il sopravvento, crescendo pian piano fino a diventare la sola coppa più prestigiosa.

L’Eurolega dell’ULEB (con 11 licenze decennali tra cui Milano) assegnerà sul campo soli 5 posti: uno alla vincente dell’Eurocup (con 24 squadre al via), tre alle squadre campioni nazionali (da definire quali, ma l’Italia non è certo ai vertici del ranking dopo l’1-19 di EA7 e Sassari nel 2015-16) e una alla vincente di un Qualifying Round con 8 squadre. La Basketball Champions League della FIBA - anch’essa a 16 squadre - sarà invece più legata ai risultati del campo, garantendo l’accesso diretto alla vincente dello scudetto (o alla finalista se Milano dovesse laurearsi campione d’Italia).

Fatto salvo un accordo tra le parti la FIBA manterrà anche l’attuale FIBA Cup. Nella stagione in corso le competizioni ULEB vantano 24 partecipanti all’Eurolega (2 italiane) e 36 all’Eurocup (4 italiane), mentre la FIBA Cup a 56 squadre ha avuto 2 italiane al via per un totale di 116 club impegnati nelle competizioni europee.

LE ITALIANE NEL 2016/2017 - A oggi, nel 2016-17 ci sarà solo Milano tra le 16 di Eurolega e nessuna italiana tra le 24 di Eurocup; la Basketball Champions League FIBA dovrebbe avere almeno un’italiana tra le 16 partecipanti, per un totale di 56 squadre e 2 italiane in attesa di definire le modalità di partecipazione alla FIBA Cup, unico sbocco residuo per le altre italiane desiderose di affacciarsi in Europa.

L'Eurocup vedrà diminuire il numero di partecipanti a 24 squadre, di cui 3 posti riservati a inviti tramite wild card (cui Brindisi ha usufruito in questa stagione). Il format prevede una regular season da 10 giornate, seguita da una Top 16, quarti di finale e semifinali con gare di andata e ritorno. La finale tornerà a essere un match unico.

Una prospettiva dunque più orientata sempre più verso il potere dei soldi, e il fatto non stupisce ormai più di tanto. Le squadre italiane in questo modo vedranno diminuire drasticamente le proprie possibilità di partecipare alle coppe europee, essendo ormai lontane dall'élite del basket europeo. Molti sono ancora i punti interrogativi, ma ciò che è certo è che dall'anno prossimo si darà inizio a una nuova era cestistica, formato Euroleague. O non solo?

leggi anche: Sette italiane in Europa. Brescia e Fortitudo assenti

Stefano Rossi Rinaldi 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.