banner sito COL 950x350

x

Nulla è perduto. Gara 3 per ripartire

Scritto da Redazione on . Postato in Il direttore

Senza titolo

Siamo nel pieno dei play off, scriviamo all’indomani delle due gare a Sassari che abbiamo seguito dal vivo come molto spesso accadae. Brindisi le ha perse entrambe contro una Dinamo Sassari che non vuole fermarsi. Pochi dettagli sono mancati alla Happy Casa per portare a casa almeno una delle due partite. Soprattutto la seconda in cui sono stati segnati 97 punti con 103 di valutazione. Se avessimo incontrato qualsiasi altra squadra avremmo vinto, MIlano compresa. Invece ci è toccata Sassari con il fattore campo a sfavore e la Dinamo ne ha approfittato compiendo a pieno il proprio dovere. Certo, sette uomini in doppia cifra e 50 rimbalzi contro 24 pesano nell'economia della partita e forse un leggera confusione che la squadra ha avuto con l'arrivo di Phil Greene che ha guardato gli allenamenti la mattina per poi giocare la sera in una squadra non ancora "sua" per schemi e appartenenza al gruppo. Senza Clark, Vitucci ha scelto una guardia in più rinunciando, per forza di cose, a maggiore presenza sotto canestro. 

Intanto la serie torna in Puglia e la Happy Casa vorrà fare di tutto per allungarla. Ci siamo illusi troppe volte e altrettante volte abbiamo soltanto accarezzato il traguardo e il successo, quindi aspettiamo. Diciamo però che al di là di come finirà questa serie e questa stagione in generale bisogna fare soltanto un applauso immenso a questa squadra. Lo abbiamo già scritto, lo confermiamo. Le diffidenze iniziali hanno lasciato spazio alle certezze che questo gruppo e questo staff tecnico ha saputo infondere e regalare ai tifosi e alla città. Lo abbiamo vissuto anche a Sassari, assistendo agli allenamenti e alle partite.

Abbiamo un grande gruppo e tutti fanno le cose giuste. Clark non protesta se resta fuori per far esordire l’ultimo arrivato Phil Greene (non incisivo in gara uno), Walker, seppur ancora infortunato, ha seguito la squadra e l’ha sostenuta dalla panchina come testimonia la nostra fotografia che trovate nella pagina dedicata ai momenti più belli della serie. Certo, affrontiamo la peggiore avversaria del momento, imbattuta da oltre due mesi, ma tutti sanno che la posta in palio è importante e ci provano con grane intensità.

Leggi anche: Focus Sm sui play off, numeri e precedenti

SM, 200 NUMERI E NON SENTIRLI - Questo numero di Supporters Magazine è molto speciale per noi, tagliamo il traguardo delle 200 pubblicazioni. Non l’avrebbe immaginato nessuno undici anni fa quando abbiamo cominciato, anzi quando un gruppo di “coraggiosi” diede vita all’idea originaria di un giornale che raccontasse le sorti del basket brindisino. Invece, siamo ancora qua e vogliamo continuare a esserci. Nessuna celebrazione, nessun evento in questi giorni perché siamo tutti concentrati per l’obiettivo della squadra. Magari a giugno, a bocce ferme, faremo qualcosa, con i nostri sponsor, con gli amici del giornale, con quanti avranno il piacere di festeggiare con noi. Sarebbero tante le persone da ringraziare in questi anni, cercheremo di accomunarle in un unico grande grazie.

In un mondo in cui la carta stampata è in netta sofferenza, il nostro Magazine vuole rimanere un punto di riferimento per il basket brindisino e non solo. Stiamo pensando già alle novità della prossima stagione. Per il momento, avanti tutta. In campo e fuori. Il meglio deve ancora arrivare!

leggi anche: Coppa Italia, considerazioni finali

Marino Petrelli

ph: Ciamillo/Castoria

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.