Brindisi trionfa al 33BK Streetball

Scritto da Redazione on . Postato in I Canestri di Brindisi

Trionfo brindisino alle finali del "33BK Streetball 2018", torneo di basket 3x3 organizzato da BGT Sport Company e che ha attraversato l’Italia in 20 tappe, da nord a sud, nei mesi di giugno e luglio. Matteo Cairo, Gabriele Polifemo e Davide Malvindi hanno ottenuto il successo nella categoria Under 18 in finale contro Arcidosso. Nella categoria Under 14, Benedetto Epifani, Angelo Rossellini e Manuel Livini hanno ottenuto il gradino più alto del podio battendo in finale il Terranova (nella foto di Damiano Cairo, che rigraziamo sentitamente per gli aggiornamenti, le due squadre insieme, ndr).

Gli Under 18, dopo un percorso quasi perfetto nel girone di qualificazione, con le vittorie su Arcidosso, Torrenova e i padroni di casa di San Benedetto del Tronto e una sola sconfitta contro Terni ma ininfluente per il primo posto, hanno battuto Catania nei quarti di finale. In semifinale la vittoria contro Terni, poi il trionfo contro i ragazzi di Arcidosso per 9-7. Malvindi, 17 anni della Mens Sana Mesagne, Cairo, il più grande del gruppo con 18 anni, dell'Invicta e Polifemo, sedicenne, dell'Aurora sono i protagonisti del successo e rappresentano tre ottimi settori giovanili di Brindisi e provincia. 

"Non ce l'aspettavamo - dicono in coro i ragazzi a Supporter's Magazine -. Dopo le tre vittorie nel girone abbiamo cominciato a crederci, preso coraggio e iniziato a giocare per la vittoria finale. Oggi quando siamo scesi in campo contro Terni ci siamo guardati negli occhi e abbiamo detto: dobbiamo portare il titolo a Brindisi". 

Gli Under 14 Hanno compiuto una grande impresa. Rosselli ed Epifani della Cestistica Normanna sono nati entrambi il 29 aprile 2004, Livini della Fenice Foggia anche lui del 2004. Pur giocando in società non brindisine hanno rappresentato brillantemente la nostra città. Anche loro emozionatissimi per aver vinto il titolo di campioni d'Italia. "Le vittorie contro Caserta e San Benedetto del Tronto ci hanno caricato alla grande, poi la semifinale contro Firenze vinta allo scadere con grande grinta ha dato quel qualcosa in più per affrontare Terranova in finale (battuta 12-8, ndr). E' un emozione unica diventare campioni d'Italia qui a San Benedetto"

200 atleti divisi per sei diverse categorie, dai senior agli under14 maschile e femminile, si sono sfidati sul campo allestito al circolo tennis "Maggioni" a pochi metri metri dallo splendido lungomare della cittadina marchigiana. Una realizzazione resa possibile dalla Ecopneus, società senza scopo di lucro responsabile della gestione degli pneumatici fuori uso in Italia e fortemente impegnata anche nella promozione dell’impiego della gomma riciclata in superfici sportive sostenibili e di alta qualità. Il campo "Tyrefield" di San Benedetto del Tronto, di 450 metri quadrati, è stato realizzato con 2 mila chili di gomma riciclata da pneumatici fuori uso.

DIVERTIMENTO E BENEFICIENZA PER I TERREMOTATI - Grande spettacolo offerto dai "Da Move", storica crew che si esibisce con un pallone da basket sui ritmi free style. Lo “Stance Skill Challange”, è stato invece una gara di abilità per cimentarsi con velocità, precisione e tecnica cestistica. E poi la beneficienza: “Basket for Marche” ha riunito campioni europei di Parigi ’99, medagliati olimpici di Atene 2004 e campioni di oggi, per raccogliere fondi per le popolazioni delle zone terremotate delle Marche, in particolare per l'associazione "Donne in Arquata" nata dal sogno di alcune madri, che hanno deciso di tornare a vivere, assieme alle famiglie, nella loro terra d’origine, fortemente provata dai recenti eventi sismici del 2016.

“E' stato un fine settimana di sport, ma anche una grande festa per tutti i partecipanti, giocatori e spettatori. Il campo allestito in viale Buozzi ha permesso a tutti di giocare a baskete interagire con i partner del nostro tour. Lo sport è divertimento e viceversa”, ha detto Giacomo "Gek" Galanda, storico capitano della Nazionale italiana di pallacanestro e testimonial di BGT Sport Company, che assieme alla Ronzone pallacanestro Asd ha organizzato l’evento.

La vittoria è tutta brindisina, città che quando si parla di basket non è seconda a nessuno.

Marino Petrelli

ph: profilo Facebook Damiano Cairo

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.