Pistoia, ecco il "closing". Arrivano i soci Usa

Scritto da Redazione on . Postato in Blog

DSC_5039-1024x683Un tempo c’erano Dodo Rusconi, Joe Bryant e Ron Rowan, oggi ci sono Nicola Brienza in panchina, Moore e Willis in campo. Con Varnado e Ogbeide che a Cremona fanno faville (entrambi in doppia doppia per punti e rimbalzi) e regalano l'undicesima vittoria in questo campionato per PIstoia. Poi è arrivata la dodicesima a Napoli e una salvezza ormai certa che fa guardare ai play off, nonostante la sconfitta interna contro Treviso alla penultima giocata.

Infine la tredicesima sinfonia a Bologna, in casa della Virtus prima in classifica e avanti di 19 punti ad inizio terzo periodo. Poi l'incredibile rimonta, l'ultimo periodo da 10-32, le triple di Rowland, sette su otto tentativi. E ancora le "zingarate" di Willis, la doppia doppia di Ogbeide. La vittoria 93-100 con 450 tifosi al seguiro. Eh no, non è stato un pesce di aprile pur essendo il giorno dedicato agli scherzi. 

Insomma, Pistoia vola sul campoe ora anche fuori. La società aveva già confermato in una nota ufficiale quanto anticipato da alcuni di organi di stampa, ovvero che "in continuità con il percorso di valorizzazione del club, si sta valutando una partnership che prevede l'ingresso di investitori stranieri che affianchino l'attuale proprietà". Il 4 aprile tutto è diventato ufficiale. E' la stessa società ad informare che "le quote di maggioranza del club sono state cedute alla East Coast Sport Group Italia S.r.l. (veicolo societario italiano degli investitori americani), che ha contestualmente sottoscritto una porzione di aumento di capitale a immediato sostegno delle attività del Club".

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione.